La dura legge del calcio

In questa calda giornata autunnale non è bastata un’ottima prestazione dei falchetti per portare a casa qualche punto utile per la classifica; i ragazzi di Mosconi sono stati sconfitti in casa di misura per 2-1 contro la capolista e sorpresa del campionato FYA Riccione allenata da Omar Lepri che tornava a Russi dopo aver giocato, proprio negli arancioni, negli anni 90′. Come già visto nelle recenti partite, gli arancioni, faticano nella prima parte di gara e, infatti, subiscono una rete al 9′ minuto del primo tempo con un tap-in vincente del numero nove bianco celeste Passarino. Il Russi però, a differenza della scorsa partita in casa, non ci sta e subito prova a reagire portandosi in avanti e guadagnando una punizione proprio sulla linea dell’area di rigore avversaria; sul punto di battuta si porta Ricci che con un buon mancino impensierisce il portiere ospite che non trattiene, lasciando il pallone nei piedi prima di Grimellini e poi di Benvenuti che però calciano sull’estremo difensore non concretizzando l’occasione. La legge del calcio non perdona e “Gol mangiato, Gol subito” sul ribaltamento di fonte il Riccione è bravo a concretizzare con Cangini la rete del vantaggio. Si va a riposo con un parziale di 2-0 che non demoralizza i giocatori arancioni che con grinta affrontano il secondo tempo. Subito un doppio cambio per il Russi che schiera Sebastiani e Calderoni per provare ad agguantare il pareggio, che arriva su calcio d’angolo da parte di Benvenuti che di testa insacca alle spalle di Morri. Rivitalizzati dal gol i falchetti di lanciano all’attacco nel tentativo di trovare il pareggio che, per quanto visto in campo, sarebbe meritato. E’ proprio uno dei migliori in campo, Grimellini, che firma il momentaneo pareggio, poi annullato, per presunta posizione di fuorigioco. La partita si scalda, l’arbitro è chiamato in causa più volte portando la lista ammoniti ad 8; due i pericoli portati dagli ospiti nella seconda frazione di gioco, uno brillantemente neutralizzato per ben due volte da Casadio mentre l’altro tentativo si stampa sulla traversa da 40 mentri. Finale incandescente, l’arbitro espelle Nanni per somma di ammonizioni ma, oramai il tempo è scaduto e il Russi non riesce ad agguantare il pareggio; finisce così 1-2 per gli ospiti. Gli spalti gremiti di pubblico hanno apprezzato la grinta e il gioco dei falchetti applaudendo la squadra a fine gara; Mister Mosconi si definisce anche lui soddisfatto eccetto di alcune amnesie difensive che sono assolutamente da evitare perché, come nelle gare precedenti, portano a gravi conseguenze. Prossima gara sarà in casa della Marignanese che in questo inizio di campionato ha collezionato un solo punto, ma nonostante ciò sarà una gara difficile e non da sottovalutare.

 

Pietro Zauli

Stefano Marin

1 che vale 3

Importantissimo risultato per i Falchetti che agguantano il pareggio nel finale di gara portando a casa 1 punto fondamentale per il morale della squadra. Da ricordare che l’anno scorso proprio in questo campo il Russi si era procurato la prima sconfitta stagionale, mentre quest’anno come detto in precedenza si è riusciti a strappare un pareggio. Mister Mosconi, nell’intervista, si dichiara soddisfatto per la reazione che i suoi ragazzi hanno avuto quest’oggi i quali, nonostante il doppio svantaggio, sono riusciti a recuperare il risultato in extremis con Grimellini prima e Sebastiani poi. Pareggio importante in vista della partita della prossima settimana che vedrà il Russi in casa contro un Riccione forte di una vittoria per  5-1 ai danni del Massa Lombarda. “La differenza tra la promozione e l’eccellenza è che in quest’ultima categoria i reparti offensivi sono dotati di giocatori che finalizzano al meglio tutte le occasioni da rete” così Mister Mosconi apostrofa la categoria sottolineando che in linea generale nelle partite i portieri sono raramente chiamati in causa salvo in queste occasioni da rete dove gli attaccanti sono spesso più bravi dell’estremo difensore.

 

Stefano Marin

Pietro Zauli

Il corticella espugna il Bucci con un netto 1-3

Già i primi minuti inquadrano quello che sarà l’andamento della partita. Pronti via e dopo un minuto Ballarini punisce un Russi disattento in difesa battendo Cenni sul suo palo con un preciso tiro da centro area. Il Russi subisce il colpo e non riesce a costruire gioco. In contropiede, su un’altra disattenzione di squadra, il Corticella raddoppia con Marongiu al 29′ del primo tempo.

Marongiu nel secondo tempo segna la sua personale doppietta con un insidioso calcio di punizione dai 25 metri.

Grazie ai cambi il Russi, senza piú niente da perdere, ritrova un po’ di spirito e riesce ad accorciare le distanze con Sebastiani sugli sviluppi di calcio di punizione.

Già dalla prossima partita é importante non sbagliare più, si va nella tana del Diegaro altra neopromossa che vuol far bene.

Stefano Marin

Pietro Zauli

 

Buona la prima partita al Bucci

Buona la prima per mister Mosconi di fronte al pubblico amico in campionato. Contro il Real San Lazzaro, squadra ancora priva di un proprio allenatore, la partita stenta a decollare e addirittura sono gli ospiti a rendersi maggiormente pericolosi con un tiro da fuori che impegna un attento Cenni. Il primo tempo scorre senza ulteriori emozioni.

Alla ripresa delle ostilità il Russi tira fuori il carattere e mette subito in difficoltà la difesa avversaria: Gallamini dal limite dell’area passa in verticale a Grimellini che si fa trovare pronto e mette alle spalle di Maglia. Gallamini conferma di essere in stato di grazia insaccando al 11′ del secondo tempo un grande tiro dal limite dell’area. 2-0 e il Russi può gestire comodamente la partita ma Benvenuti, subentrato per Calderoni, decide di arrotondare ulteriormente il risultato: Sebastiani inventa un passaggio illuminante per lo stesso Benvenuti che davanti al portiere avversario mantiene la freddezza e conclude alla sua destra.

Vittoria che da morale e che permette ai ragazzi di mister Mosconi di arrivare carichi e concentrati alla sfida di domenica prossima contro la capolista Classe.

Pietro Zauli

Stefano Marin

Altro pareggio in Coppa per Mister Mosconi

La seconda partita di coppa per gli arancioni termina con un altro pareggio in casa con un’altra neopromossa, il Sanpaimola; la squadra di casa si porta in vantaggio nel primo tempo costringendo i falchetti a rincorrere il risultato per avere una speranza di accedere al turno successivo. Sarà poi Casto, prima assistente di Mosconi, poi tesserato come giocatore a riportare la partita in parità. Una buona prova del Russi che può così iniziare domenica prossima il campionato di eccellenza in casa del Cervia.

Il derby in coppa termina con un pareggio

Prima partita ufficiale dell’era Mosconi, con una squadra rimaneggiata dagli infortuni, finisce con uno zero a zero senza grandi emozioni. Per il Russi, l’unica azione da riportare, è il palo colpito da Magari dopo una leggera deviazione del portiere faentino Tassinari nella parte iniziale del primo tempo. Il Faenza più padrone del gioco crea qualche piccola occasione da rete che non inquadra però lo specchio della porta. Nel secondo tempo, nonostante la grandola dei cambi, la qualità del gioco non migliora e le due squadre non riescono a regalare lo spettacolo che si aspettavano i numerosi tifosi accorsi al Bucci questa sera.