Pali e traverse, al Bucci passa l’Argentana

Dicono che la fortuna sia cieca, ma la sfortuna ci vede benissimo, niente di più vero oggi al Bucci dove la squadra di casa si è vista negare per ben tre volte dal legno possibili occasioni da rete. Il primo è Sebastiani che che da fuori area scocca il tiro che scavalca Piovaccari e sbatte sulla traversa ritornando in campo. Poi Casto, a metà primo tempo, sugli sviluppi di una punizione, di testa colpisce ancora una volta la traversa. La sfortuna si accanisce e anche Gallamini, a tu per tu con il portiere (illuminante passaggio di Bini), incrocia e colpisce il palo lontano.

Nel secondo tempo l’Argentana riesce subito a passare in vantaggio grazie ad una punizione al limite dell’area deviata dalla barriera che inganna Casadio. La reazione allo svantaggio, anche se timida, viene troncata all’espulsione di Gualandi per un violento fallo di reazione dopo aver ricevuto lui stesso una manata sul viso. Sotto di un gol e in 10 uomini i padroni di casa faticano a costruire gioco, impegnando raramente Piovaccari; purtroppo però oltre a faticare nel occasioni, arrancano anche in fase difensiva e così al 37′ del secondo tempo Senese insacca con la complicità della traversa e di Casadio, calciando da fuori area. Dopo sette minuti di recupero di conclude la partita con un 0-2 per l’Argentana che raggiunge il Russi in classifica. Mister Mosconi recrimina la poca freddezza sotto porta dei propri giocatori, e lo scarso autocontrollo che hanno portato a ammonizioni e espulsioni a giocatori che posso essere determinanti in chiusura del girone di andata, soprattutto se le ultime quattro avversarie sono nei piani alti della classifica.

 

 

Stefano Marin

Pietro Zauli

 

Altri 3 punti fuori casa per il Russi

Si pronosticava un match molto equilibrato tra le due neopromosse della promozione, in quanto avevano gli stessi punti in classifica e entrambe avevano avuto una brillante stagione nell’anno passato. I padroni di casa partono forte e insidiano più volte la porta difesa da Casadio, trovando un rigore al 12′ minuto per un’ennesima distrazione difensiva arancionera. Il Russi non ci sta e dopo 4′ minuti trova il pari su calcio di punizione con Gualandi; la partita tornata in pari con la palla contesa a centrocampo cercando la giocata vincente. Nel secondo tempo i padroni di casa cercano di portarsi in vantaggio con lanci dalla difesa per gli imponenti attaccanti che mettono in difficoltà la difesa arancionera; però è il Russi che trova il vantaggio al 61′ con Grimellini, subentrato nel secondo tempo, che mette in rete un buon traversone del proprio compagno di squadra. Prima del vantaggio anche Gallamini ha avuto la possibilità di portare in vantaggio i Falchetti calciando però fuori a portiere battuto. Dopo il vantaggio ospite i padroni di casa buttano nella mischia altri due attaccanti cercando ripetutamente il pareggio; a questo proposito bisogna citare una buona parata di Casadio che devia in corner un’ottima punizione del Sanpaimola. Mister Mosconi di definisce soddisfatto della partita e della grinta che i giocatori ci hanno messo, ribadendo però che bisogna migliorare nell’approccio alle partite per evitare di andare in svantaggio nei minuti iniziali. Ricorda inoltre che dopo questo successo bisogna riprendere a lavorare intensamente in vista del prossimo impegno in casa contro l’Argentana che il mister definisce una squadra impegnativa che, non ha avuto un gran inizio di campionato, ma che si vuole riscattare, chiaro esempio di questo riscatto è il 3-0 ottenuto ai danni del Massa Lombarda che lancia Granata verso la prossima gara.

 

Pietro Zauli

Stefano Marin

Sebastiani salva il Derby

Dopo il pareggio in coppa anche la partita di campionato termina con un giusto pareggio che frutta un punto ad entrambe le squadre lasciandole però vicino alla zona play out. La squadra di casa va in svantaggio subito nel primo quarto d’ora con un gol del faentino Marocchi che, favorito da un disimpegno non impeccabile della difesa arancionera, riesce a trafiggere Casadio con un preciso diagonale dalla destra. Il Russi non ci sta e prova subito a reagire portandosi avanti sugli esterni nel tentativo di servire Sebastiani. Ed è proprio il numero 9 arancione che sigla il pareggio al 47′ con un goal da antologia: in contropiede, lo stesso Sebastiani, servito in profondità scatta sul filo del fuorigioco, si defila sulla sinistra dell’area e trova la rete con una perfetta traiettoria a rientrare. Il primo tempo termina cosi in parità. Nella ripresa entrambe le squadre provano a portarsi in avanti e rendersi pericolose, più di tutti il Faenza che trova una punizione al limite dell’area dopo un fallo di Bini. Il numero 3 Fontana batte la punizione che si stampa sul montante facendo tremare tutti i tifosi in tribuna. Dopo la traversa la squadra di casa corre ai ripari e inserisce un difensore al posto di un centrocampista portando la difesa a 5 cercando di mantenere il pareggio e colpire in contropiede; il Faenza non vuole accontentarsi e cerca più del Russi di rendersi pericoloso, ma nonostante ciò la partita si chiude con un pareggio. Il derby ha regalato molte emozioni agli spettatori, con belle giocate individuali, nonostante la partita sia stata giocata prevalentemente a centrocampo. La prossima settimana il Russi sarà impegnato nell’importante sfida salvezza in trasferta contro il Sanpaimola, mentre il Faenza attenderà in casa la neopromossa San Pietro in Vincoli.

Pietro Zauli

Stefano Marin

 

 

Gli errori costano caro

Contro la più quotata Savignanese il Russi non riesce a trovare punti, nonostante un buon avvio di gara. Subito gli arancioni si portano in vantaggio con un buon tiro di Frabattista che dal limite dell’area rientra sul suo piede migliore, il sinistro, e segna. Un vantaggio che dura una manciata di minuti, infatti al 7′ arriva subito il pareggio ospite di Peluso che con la complicità della retroguardia arancione insacca alle spalle di Casadio. Un Russi che va via via spegnendosi lasciando campo alla Savignanese che con le ottime qualità tecniche dei suoi giocatore mette in difficoltà i falchetti. Il raddoppio ospite non si fa attendere e al 23′ del primo tempo segna Brigliadori, servito bene da un compagno di squadra, con un’ottima girata a centro area, favorito da un errore di marcatura. Termina il primo tempo con i padroni di casa in svantaggio. Nel secondo tempo ancora Savignanese che con varie occasioni tenta di segnare il terzo gol, che però non arriva; il Russi dal canto suo cerca di trovare il pareggio senza però impegnare eccessivamente il portiere ospite. Da segnalare al 40′ un espulsione per Grimellini, che era subentrato nel secondo tempo, per una sciovolata a gioco fermo. La partita si conclude con un 1-2. Mister Mosconi, nel dopo partita, sottolinea l’impegno dei propri giocatori, che però devono prestare più attenzione in fase difensiva per evitare di subire gol facili che rendono le partite sempre più difficoltose.

Pietro Zauli

Stefano Marin

Non oltre il pareggio al Bucci

Pareggio giusto quello maturato oggi tra Russi e Massalombarda separate da un solo punto in classifica che permane dopo la partita odierna. Prestazione sottotono dei falchetti che come nei precedenti incontri non riescono a costruire nella prima parte della gara per poi essere costretti ad inseguire per portare a casa punti importanti. È dei padroni di casa la prima occasione che vede Grimellini crossare per l’accorrente Gallamini il quale però viene neutralizzato da un intervento tempestivo della difesa ospite. Dopo la prima fiammata arriva il gol ospite, sempre con una certa complicità della difesa arancione; discesa di Albonetti sull’out di sinistra, arriva sul fondo, cross teso per Valli che anticipa un immobile Vasumini e insacca alle spalle di un incolpevole Casadio. Dopo lo svantaggio i padroni di casa cercano di reagire rendendosi pericolosi più volte dalle parti di Bracchetti ma viene a mancare la conclusione finale, spedendo i tiri fuori dallo specchio della porta. Al via il secondo tempo con il Russi più propositivo che colpisce subito una traversa con Magari che viene imbucato da Gallamini ma il montante non impedisce il pareggio; ancora una traversa, in questo caso colpita da Trombetti, nega il doppio vantaggio agli ospiti. Dopo quest’ultimo brivido il Russi trova il pareggio con un ottimo Sebastiani che, con una leggere deviazione, inganna il portiere ospite e segna. Un finale di gara caldissimo che vede un’occasione per parte, per i padroni di casa sembrava quasi fatta con un colpo di testa di Frabattista salvato in acrobazia sulla linea dal numero 6 bianconero; sul capovolgimento di fronte Venturi colpisce il palo che nega la vittoria al Massalombarda. I tifosi russiani tornano a casa con l’amaro in bocca per il gol salvato sulla linea, ma anche i tifosi ospiti possono rammaricarsi di alcune occasioni

 

Pietro Zauli

Stefano Marin

La dura legge del calcio

In questa calda giornata autunnale non è bastata un’ottima prestazione dei falchetti per portare a casa qualche punto utile per la classifica; i ragazzi di Mosconi sono stati sconfitti in casa di misura per 2-1 contro la capolista e sorpresa del campionato FYA Riccione allenata da Omar Lepri che tornava a Russi dopo aver giocato, proprio negli arancioni, negli anni 90′. Come già visto nelle recenti partite, gli arancioni, faticano nella prima parte di gara e, infatti, subiscono una rete al 9′ minuto del primo tempo con un tap-in vincente del numero nove bianco celeste Passarino. Il Russi però, a differenza della scorsa partita in casa, non ci sta e subito prova a reagire portandosi in avanti e guadagnando una punizione proprio sulla linea dell’area di rigore avversaria; sul punto di battuta si porta Ricci che con un buon mancino impensierisce il portiere ospite che non trattiene, lasciando il pallone nei piedi prima di Grimellini e poi di Benvenuti che però calciano sull’estremo difensore non concretizzando l’occasione. La legge del calcio non perdona e “Gol mangiato, Gol subito” sul ribaltamento di fonte il Riccione è bravo a concretizzare con Cangini la rete del vantaggio. Si va a riposo con un parziale di 2-0 che non demoralizza i giocatori arancioni che con grinta affrontano il secondo tempo. Subito un doppio cambio per il Russi che schiera Sebastiani e Calderoni per provare ad agguantare il pareggio, che arriva su calcio d’angolo da parte di Benvenuti che di testa insacca alle spalle di Morri. Rivitalizzati dal gol i falchetti di lanciano all’attacco nel tentativo di trovare il pareggio che, per quanto visto in campo, sarebbe meritato. E’ proprio uno dei migliori in campo, Grimellini, che firma il momentaneo pareggio, poi annullato, per presunta posizione di fuorigioco. La partita si scalda, l’arbitro è chiamato in causa più volte portando la lista ammoniti ad 8; due i pericoli portati dagli ospiti nella seconda frazione di gioco, uno brillantemente neutralizzato per ben due volte da Casadio mentre l’altro tentativo si stampa sulla traversa da 40 mentri. Finale incandescente, l’arbitro espelle Nanni per somma di ammonizioni ma, oramai il tempo è scaduto e il Russi non riesce ad agguantare il pareggio; finisce così 1-2 per gli ospiti. Gli spalti gremiti di pubblico hanno apprezzato la grinta e il gioco dei falchetti applaudendo la squadra a fine gara; Mister Mosconi si definisce anche lui soddisfatto eccetto di alcune amnesie difensive che sono assolutamente da evitare perché, come nelle gare precedenti, portano a gravi conseguenze. Prossima gara sarà in casa della Marignanese che in questo inizio di campionato ha collezionato un solo punto, ma nonostante ciò sarà una gara difficile e non da sottovalutare.

 

Pietro Zauli

Stefano Marin

1 che vale 3

Importantissimo risultato per i Falchetti che agguantano il pareggio nel finale di gara portando a casa 1 punto fondamentale per il morale della squadra. Da ricordare che l’anno scorso proprio in questo campo il Russi si era procurato la prima sconfitta stagionale, mentre quest’anno come detto in precedenza si è riusciti a strappare un pareggio. Mister Mosconi, nell’intervista, si dichiara soddisfatto per la reazione che i suoi ragazzi hanno avuto quest’oggi i quali, nonostante il doppio svantaggio, sono riusciti a recuperare il risultato in extremis con Grimellini prima e Sebastiani poi. Pareggio importante in vista della partita della prossima settimana che vedrà il Russi in casa contro un Riccione forte di una vittoria per  5-1 ai danni del Massa Lombarda. “La differenza tra la promozione e l’eccellenza è che in quest’ultima categoria i reparti offensivi sono dotati di giocatori che finalizzano al meglio tutte le occasioni da rete” così Mister Mosconi apostrofa la categoria sottolineando che in linea generale nelle partite i portieri sono raramente chiamati in causa salvo in queste occasioni da rete dove gli attaccanti sono spesso più bravi dell’estremo difensore.

 

Stefano Marin

Pietro Zauli

Il corticella espugna il Bucci con un netto 1-3

Già i primi minuti inquadrano quello che sarà l’andamento della partita. Pronti via e dopo un minuto Ballarini punisce un Russi disattento in difesa battendo Cenni sul suo palo con un preciso tiro da centro area. Il Russi subisce il colpo e non riesce a costruire gioco. In contropiede, su un’altra disattenzione di squadra, il Corticella raddoppia con Marongiu al 29′ del primo tempo.

Marongiu nel secondo tempo segna la sua personale doppietta con un insidioso calcio di punizione dai 25 metri.

Grazie ai cambi il Russi, senza piú niente da perdere, ritrova un po’ di spirito e riesce ad accorciare le distanze con Sebastiani sugli sviluppi di calcio di punizione.

Già dalla prossima partita é importante non sbagliare più, si va nella tana del Diegaro altra neopromossa che vuol far bene.

Stefano Marin

Pietro Zauli

 

Buona la prima partita al Bucci

Buona la prima per mister Mosconi di fronte al pubblico amico in campionato. Contro il Real San Lazzaro, squadra ancora priva di un proprio allenatore, la partita stenta a decollare e addirittura sono gli ospiti a rendersi maggiormente pericolosi con un tiro da fuori che impegna un attento Cenni. Il primo tempo scorre senza ulteriori emozioni.

Alla ripresa delle ostilità il Russi tira fuori il carattere e mette subito in difficoltà la difesa avversaria: Gallamini dal limite dell’area passa in verticale a Grimellini che si fa trovare pronto e mette alle spalle di Maglia. Gallamini conferma di essere in stato di grazia insaccando al 11′ del secondo tempo un grande tiro dal limite dell’area. 2-0 e il Russi può gestire comodamente la partita ma Benvenuti, subentrato per Calderoni, decide di arrotondare ulteriormente il risultato: Sebastiani inventa un passaggio illuminante per lo stesso Benvenuti che davanti al portiere avversario mantiene la freddezza e conclude alla sua destra.

Vittoria che da morale e che permette ai ragazzi di mister Mosconi di arrivare carichi e concentrati alla sfida di domenica prossima contro la capolista Classe.

Pietro Zauli

Stefano Marin

Altro pareggio in Coppa per Mister Mosconi

La seconda partita di coppa per gli arancioni termina con un altro pareggio in casa con un’altra neopromossa, il Sanpaimola; la squadra di casa si porta in vantaggio nel primo tempo costringendo i falchetti a rincorrere il risultato per avere una speranza di accedere al turno successivo. Sarà poi Casto, prima assistente di Mosconi, poi tesserato come giocatore a riportare la partita in parità. Una buona prova del Russi che può così iniziare domenica prossima il campionato di eccellenza in casa del Cervia.