Ennesimo KO casalingo

Sotto una pioggia incessante è andato in scena il match valido per la 24° giornata di eccellenza che vedeva in campo i padroni di casa, il Russi, contro la Marignanese. Erano solo 4 i punti che separavano le due squadre prima della partita: gli arancioni con 26 punti cercano la vittoria per evitare i play-out e trovare quindi una certa tranquillità; allo stesso modo gli ospiti con 30 punti cercano di prendere le distanze dalla zona calda della classifica. Nonostante il maltempo, il terreno di gioco è in buone condizioni, permettendo così al direttore di gara di dare il via alla partita. Viste le condizioni atmosferiche il match non è entusiasmante poiché entrambe le squadre sono spesso costrette a lanci lunghi, per evitare che nel fraseggio la palla diventi preda della squadra ospite; la prima occasione è dei falchetti con una punizione da ottima posizione, si incarica della battuta Grimellini che trova però un’ottima risposta dal numero 1 avversario. Anche Casadio risponde presente ad un tiro di Conti dalla distanza deviando il pallone in calcio d’angolo; queste le uniche due azioni da riportare nella prima parte di gara che ha visto le due formazioni molto contratte. Nella ripresa invece, le due squadre si affrontano a viso aperto creando qualche occasione in più, come al 3′ minuto quando un pericoloso cross di Mazzoli taglia tutta l’area arancione senza che nessun attaccante trovi la deviazione; sempre Mazzoli all’8′ scocca un bel tiro, prontamente bloccato da Casadio. Dopo questo inizio fiammante da parte degli ospiti anche il Russi propone una buona azione che viene però salvata in extremis da Samba che intercetta il passaggio decisivo che avrebbe messo Fabbri da solo a tu per tu con Azzolini. Sono vari i tiri dalla distanza nel tentativo di trovare impreparati gli estremi difensori o un fortunoso rimbalzo, viste le condizioni del campo, ma nessuno di questi impensierisce i portieri. Quando la partita sembrava chiusa, vista la stanchezza dei giocatori in campo, ecco che al 42′ minuto dopo che la difesa del Russi aveva respinto un calcio d’angolo ecco che un traversone tagliato attraversa tutta l’area e arriva a Pensalfine che tutto solo ha la possibilità di insaccare; molte sono le proteste da parte dei padroni di casa riguardo la posizione di partenza del numero 18 che sembrava in netto fuorigioco, non di questo avviso il guardalinee. La partita si chiude con un 0-1 per gli ospiti che allontanano sempre più la zona play-out; al contrario i falchetti con questa sconfitta si trovano nel mezzo della zona calda a +6 dalla retrocessione diretta. Il Russi affronterà ora due gare esterne, importantissimo portare a casa punti decisivi per la corsa salvezza. Forza Falchetti.

 

Pietro Zauli

Stefano Marin

Il Riccione vince, vari gli episodi dubbi

Dopo una partita di andata molto combattuta e conclusa con un 1-2 in favore del Riccione, si sperava che il ritorno non fosse da meno; invece quest’oggi c’è stata una sola squadra in campo: il Riccione. I padroni di casa, sono in lotta per un posto nei play-off, mentre la formazione ospite, il Russi, cerca di non rientrare tra le quattro squadre dei play-out. Partita in parte condizionata da decisioni arbitrali dubbie, come in occasione dell’unica rete dove il direttore di gara non ha ravvisato un fallo, sugli sviluppi del corner, prima che la palla potesse giungere a Tamagnini per battere a rete. Da segnalare altri due episodi dubbi nell’area del Riccione dove l’arbitro, in entrambi i casi, ha deciso che non ci fossero gli estremi per il penalty. Nonostante questi episodi dubbi, i padroni di casa hanno costantemente controllato la partita senza mai esporsi a grossi rischi e creando più volte occasioni da rete, trovando però Casadio sempre pronto a evitare il doppio svantaggio. La squadra ospite ha creato ben poco, e cedendo al nervosismo, è incappata in varie ammonizioni che in questo periodo della stagione posso essere determinanti per il raggiungimento o meno della salvezza certa, senza dover affrontare gare dei play-out; da segnalare anche l’espulsione di Mister Mosconi per eccessive proteste dopo l’ennesima dubbia decisione arbitrale al 30’ minuto del secondo tempo. La partita quindi si conclude sul 1-0 per i padroni di casa che si portano a sole due lunghezze dalla zona play-off, mentre per il Russi questa sconfitta pesa poiché il Faenza, vittorioso in casa del Corticella, sorpassa i falchetti in classifica, lasciando così l’ultimo posto della zona play-out agli arancioni. Nella prossima partita il Russi affronterà la Marignanese, per cercare di uscire dalla zona calda della classifica; mentre il Riccione cercherà di portare a casa altri tre punti in casa del San Pietro in Vincoli, utili per provare il sorpasso ai danni del Castrocaro.

 

Pietro Zauli

Stefano Marin

Unione Sportiva Russi si associa al dolore della Famiglia Rispoli

In questi momenti di sgomento e tristezza per la tragica scomparsa di SIMONE RISPOLI,
l’Unione Sportiva Russi si associa al dolore della Famiglia e della Pol. Reno e tiene a precisare,
per opportuna conoscenza, che Simone, calcisticamente è nato a Russi.
Ha percorso tutte le categorie: Pulcini – Esordienti – Giovanissimi – Allievi – Juniores fino
alla Prima Squadra (CND) terminando la sua presenza con la stagione 1999/2000.
Ci piace ricordarlo con quel meraviglioso gol realizzato al Riviera delle Palme ,
(Sambenedettese – Russi del 28.03.99 ) – terminata 1 a1 – (allenatore Oscar Farneti)
Ciao Simone.

Unione Sportiva Russi

Un Russi rimaneggiato porta a casa un punto

Negli ultimi due anni Russi e Diegaro si trovano ad affrontarsi per la quarta volta con alle spalle una vittoria per parte, nel campionato di promozione dell’anno precedente, e un pareggio nella gara di andata. I falchetti in versione rimaneggiata per le numerose assenze tra cui capitan Vasumini e Frabattista per diffida, Calderoni Stefano e Gulandi per motivi di salute costringendo Mister Mosconi a portare in panchina i migliori giocatori della Juniores. Il Russi sperimenta un 4-4-2 con Grimellini e Sebastiani in coppia per dare fisicità all’attacco. Dopo il minuto di silenzio per Azeglio Vicini, L’arbitro Nasi da il via alla prima frazione di gara nella quale le due squadre si affrontano a viso aperto creando alcune occasioni da rete. Alla squadra ospite viene annullato un gol per giusta segnalazione dell’assistente che ha ravvisato una posizione irregolare di Rodriguez prima di battere a rete. Anche il Russi ci prova e con Sebastiani ha l’occasione più pericolosa; scarico di Grimellini per Sebastiani che da fuori area conclude verso la porta ospite, trovando un Foiera non attentissimo che respinge malamente facendo attraversare al pallone tutta l’area di rigore senza che nessun giocatore riesca a spingerlo oltre la linea.Queste le due occasioni più pericolose del primo tempo. Nel secondo tempo le squadre giocano una partita più tattica intrappolando il pallone a centrocampo con un buon possesso e qualche fallo di troppo; sul finale il Russi ci prova con un colpo di testa di Casto che però da buona posizione spedisce sul fondo. La partita si conclude così sullo 0-0. Un risultato che regala un punto ad entrambe le squadre utile per non rientrare nella zona play-out anche se nel caso del Russi è molto vicina.

 

Pietro Zauli

Stefano Marin